Città di Airola

Tributi e Tariffe

Tari La Tari è la tassa rifiuti per i servizi di raccolta, trasporto e smaltimento o recupero dei rifiuti urbani.

Tari

La Tari è la tassa rifiuti per i servizi di raccolta, trasporto e smaltimento o recupero dei rifiuti urbani.

Istituita con Legge 27/12/2013 n. 147, è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte adibiti a qualsiasi uso, suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati, con vincolo di solidarietà tra i componenti del nucleo familiare o tra coloro che usano in comune i locali o le aree.

Tariffe e avvisi di pagamento

Il 30 giugno 2021 è stata approvata la Delibera di Consiglio comunale n. 12/2021 relativa alle tariffe Tari 2021.

Gli avvisi di pagamento Tari 2021 sono in fase di definizione. Ciascun avviso riporterà lo stato dei pagamenti e le informazioni sui servizi di raccolta, così come indicato dalla Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti ARERA.

I contribuenti che non dovessero ricevere l’avviso di pagamento Tari 2021, entro la scadenza della prima rata, sono invitati a rivolgersi al Servizio Entrate Comunali, per segnalare tale circostanza, verificare e/o aggiornare la loro posizione e richiedere, eventualmente, la ristampa dell’avviso e dei modelli F24.

Importi dovuti e scadenze per l’annualità 2021

I contribuenti a cui carico risultano annualità Tari pregresse, insieme all’avviso di pagamento 2021 riceveranno lo stato dei pagamenti non corrisposti.

Dal prospetto verranno esclusi eventuali ravvedimenti e accertamenti per omessa o infedele denuncia.

Scadenze di inviti

Pagamento rateizzato

  • prima rata: 30.09.2021
  • seconda rata: 30.11.2021
  • terza rata: 30.01.2022
  • quarta rata: 30.03.2022

Rata unica

  • 30.09.2021

Modulistica

Imu

La nuova Imu decorre dal 1° gennaio 2020.

È disciplinata dalla Legge 160/2019, che ha abolito la IUC nelle componenti Imu e Tasi.

Chi deve pagare l’Imu?

Il presupposto dell’imposta è il possesso di:

  • immobili, esclusa l’abitazione principale o assimilata, salvo il caso in cui sia iscritta in catasto in Cat. A/1-A/8-A/9 e relative pertinenze (una per categoria C/2, C/6 e C/7, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo)
  • aree edificabili
  • terreni agricoli.

(Legge 160/2019, art. 1, comma 740)

I soggetti passivi sono:

  • il proprietario o il titolare di altro diritto reale minore (es. l’usufruttuario, il titolare del diritto di superficie, il titolare del diritto d’uso e di abitazione)
  • il genitore affidatario dei figli, titolare del diritto di abitazione in quanto assegnatario della casa familiare, a seguito di provvedimento di separazione/divorzio
  • il locatario finanziario a decorrere dalla data di stipula del contratto di leasing e per tutta la durata del contratto
  • il concessionario di aree demaniali
  • l’amministratore per conto di tutti i condomini per i beni comuni censibili condominiali (quali portineria e parti comuni edificio).

(Legge 160/2019, art. 1, comma 768)

Termini di presentazione delle dichiarazioni:

Dichiarazione Imu 2020 per variazioni intervenute nell’anno 2020
– presentazione entro il 30.06.2021

Dichiarazione Imu 2021 per variazioni intervenute nell’anno 2021
– presentazione entro il 30.06.2022

Scadenze di versamento:

Acconto
– entro il 16.06.2021 

Saldo
– entro il 16.12.2021

Canone Unico Patrimoniale

A decorrere dal 1° gennaio 2021 è istituito nel Comune di Airola, ai sensi dell’art. 1, comma 816 della Legge 27 dicembre 2019, n. 160, il Canone patrimoniale di concessione, autorizzazione o esposizione pubblicitaria.

Il predetto canone sostituisce i seguenti tributi:

  • Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (TOSAP)
  • Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche (COSAP)
  • Imposta Comunale sulla Pubblicità (ICP)
  • Diritto sulle Pubbliche Affissioni (DPA)
  • Canone per l’installazione di mezzi pubblicitari
  • Canone per l’occupazione di suolo stradale per l’impianto di pubblici servizi

A decorrere dal 1° gennaio 2021 è altresì istituito nel Comune di Airola, ai sensi dell’art. 1, comma 837 della Legge 27 dicembre 2019, n. 160, il Canone di concessione per l’occupazione delle aree e degli spazi appartenenti al demanio o al patrimonio indisponibile destinati a mercati, realizzati anche in strutture attrezzate

Ultimo aggiornamento

31 Luglio 2021, 09:03