Città di Airola

Ordinanza N. 79 del 17/11/2021

EMERGENZA INCENDIO AREA INDUSTRIALE DI VIA CARACCIANO/VIA CAMPO DI AIROLA. REVOCA ORDINANZE N. 63 DEL 14.10.2021, a seguito di nota prot. n. 119520 del 16/11/2021 dell’ASL Benevento -Unità di crisi locale

Data:
18 Novembre 2021

Ordinanza N. 79 del 17/11/2021

Protocollo Numero 13398

del 17/11/2021

Oggetto: EMERGENZA INCENDIO AREA INDUSTRIALE DI VIA CARACCIANO/VIA CAMPO DI AIROLA. REVOCA ORDINANZE N. 63 DEL 14.10.2021, a seguito di nota prot. n. 119520 del 16/11/2021 dell’ASL Benevento -Unità di crisi locale.

IL SINDACO

PREMESSO:

che, nel primo pomeriggio del 13 Ottobre 2021, si verificava un vasto incendio sviluppatosi all’interno del  complesso industriale di Via Caracciano/Via Campo in Airola,  provocando la emissione in atmosfera di  grosse nubi di intenso fumo nero, dovute alla combustione di materiale vario altamente infiammabile, propagatesi in quasi tutto il territorio regionale ;

che con  nota prot. n. 107241 del 14/10/2021  l’ASL Benevento -Unità di crisi locale, in attesa dei risultati dell’ARPAC relativi al monitoraggio della qualità dell’aria  rivolgeva  espresso invito al Comune di Airola e a quelli limitrofi di integrare le ordinanze già emesse con ulteriori provvedimenti di tutela, per cui con ordinanza n. 63 del 14/10/2021 si disponeva in via precauzionale, salvo l’adozione di successivi provvedimenti:

  1. DIVIETO DI PASCOLO;
  2. SOSPENSIONE DELLA RACCOLTA E CONSEGUENTE CONSUMO DI FRUTTI ED ORTAGGI DAI TERRENI DAL TERRITORIO COMUNALE INTERESSATO DALL’INCENDIO;
  3. SOSPENSIONE DEL CONSUMO DI ALIMENTIVESPOSTI PER LA VENDITA;
  4. SOSPENSIONE DELL’ATTINGIMENTO DI ACQUA AI FINI ALIMENTARI DA VASCHE E POZZI E NON PROTETTI;
  5. SOSPESNSIONE DELL’EROGAZIONE DI ACQUE NON PROTETTE PER USO IRRIGUO

che, nel recepire  la successiva nota prot. n. 114665 del 04.11.2021  dell’ASL – Unità di crisi locale,  con ordinanza sindacale n. 75 veniva disposta: la revoca della sospensione della raccolta delle olive; la sottoposizione delle olive ad accurati lavaggi, in via cautelativa, prima della lavorazione; la conferma – nelle more degli esiti dei controlli su suolo e alimenti destinati al consumo umano e/o animale – della sospensione della raccolta e consumo di frutta ed ortaggi provenienti dai terreni del territorio comunale interessato dall’incendio;

VISTA, da ultimo,  la nota prot. n.  119520 del 16.11.2021 con la quale, l’ASL – Unità di crisi locale,  nel prendere atto dei dati confortanti emersi dai rilievi dell’ARPAC sulle matrici ambientali; degli esiti dei campionamenti effettuati dalla ASL sulle matrici vegetali per uso umano ed animale; delle valutazioni della UOD Prevenzione e Sanità Pubblica Veterinai GRC  che escludono la necessità di ulteriori  campionamenti sulle matrici vegetali, ha ritenuto che possano decadere le indicazioni precauzionali fornite con la nota prot. n. 107241 del 14/10/2021  recepite con ordinanza sindacale n. 63 del 14.10.2021;

RITENUTO pertanto di dover provvedere in conformità alla predetta nota dell’A.S.L. – Unità di crisi locale;

VISTO il dispositivo del comma 4 dell’art. 50 del Testo Unico delle Leggi sull’Ordinamento degli Enti Locali approvato con D. Lgs. n. 267 del 18.08.2000;

VISTO il decreto legislativo n. 1 del 2 Gennaio 2018 (Codice della Protezione Civile) e segnatamente l’art .12 del precitato decreto;

VISTO il Dlgs 152/2006 (Codice Ambientale);

SENTITO il Centro Operativo Comunale all’uopo attivato, con ordinanza Sindacale n. 61/2021COC di Protezione Civile;

ORDINA

CON DECORRENZA ODIERNA, LA REVOCA DELLA ORDINANZA N. 63 DEL 14.10.2021 E QUINDI  REVOCA L’INIBIZIONE DELLA RACCOLTA E CONSUMO DI FRUTTA E ORTAGGI PROVENIENTI DAI TERRITORI INTERESSATI DALL’INCENDIO E TANTO SULLA BASE DELLE INDICAZIONI COME PERVENUTE CON NOTA DELLA A.S.L. PROT. N. 119520 DEL 16.11.2021;

DISPONE

TRASMETTERE/notificare la presente Ordinanza:

– al Centro Operativo Comunale all’uopo attivato, che continuerà ad operare in catena di comando con i vari settori e Direzioni interessate dal provvedimento, di concerto con gli Enti di sorveglianza della salute pubblica e delle istituzioni competenti alla tutela della popolazione;

– alla Prefettura di Benevento;

– alla Questura di Benevento;

– al Comando Provinciale Carabinieri;

-al Comando Provinciale Vigili del Fuoco;

– alla Regione Campania Servizio Protezione Civile;

– alla Direzione ASL BN;

– alla Direzione ARPAC Campania;

altra, infine, pubblicata all’Albo Pretorio on line del Comune di Airola, nonché sulla homepage del sito istituzionale www.comune.airola.it

INFORMA CHE

Avverso la presente Ordinanza Sindacale è ammesso ricorso giurisdizionale avanti il competente T.A.R. Campania nel termine di 60 giorni dalla notifica dell’Ordinanza ovvero il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla notificazione o piena conoscenza del provvedimento.

Il Responsabile del Procedimento ai sensi della legge 7 agosto 1990 n. 241 è l’arch. Enzo Carbone, Responsabile del Servizio Protezione Civile.

                                                                                                 F.to il SINDACO

Ing. Vincenzo Falzarano

Ultimo aggiornamento

18 Novembre 2021, 09:37