Città di Airola

Iscrizione all’AIRE ( anagrafe italiani residenti all’estero) e rilascio di certificati

Cosa è: documenti come si fa per ottenerlo: L’iscrizione all’AIRE viene effettuata: – per trasferimento dal Comune di Airola all’estero (non comporta trasferimento della residenza il recarsi all’estero per periodi di durata limitata, cioè non superiore ai dodici mesi, o per l’esercizio di occupazioni stagionali); – per trasferimento dall’AIRE di altro Comune quando l’interessato ne faccia domanda avendo membri del proprio nucleo familiare iscritti nell’AIRE del Comune di Airola; – a seguito della registrazione presso l’Ufficio dello Stato Civile del Comune di Airola dell’atto di nascita avvenuta all’estero; – per acquisizione della cittadinanza italiana da parte di persone residenti all’estero.

Data:
10 Giugno 2013

Cosa è: documenti
come si fa per ottenerlo: L’iscrizione all’AIRE viene effettuata: – per trasferimento dal Comune di Airola all’estero (non comporta trasferimento della residenza il recarsi all’estero per periodi di durata limitata, cioè non superiore ai dodici mesi, o per l’esercizio di occupazioni stagionali); – per trasferimento dall’AIRE di altro Comune quando l’interessato ne faccia domanda avendo membri del proprio nucleo familiare iscritti nell’AIRE del Comune di Airola; – a seguito della registrazione presso l’Ufficio dello Stato Civile del Comune di Airola dell’atto di nascita avvenuta all’estero; – per acquisizione della cittadinanza italiana da parte di persone residenti all’estero.
Il cittadino italiano residente all’estero può iscriversi all’AIRE : – facendo domanda all’ufficio anagrafe del Comune dim ultima residenza in Italia e confermando con una dichiarazione al consolato di competenza, entro 90 giorni dal trasferimento,la propria presenza all’estero; – oppure presentando domanda direttamente al consolato competente.
L’AIRE rilascia agli interessati i seguenti certificati: – certificato di cittadinanza; – certificato di stato libero; – certificato di residenza; – certificato di stato di famiglia; – carta di identità; – godimento dei diritti politici; – certificato di esistenza in vita ( di norma questo certificato viene rilasciato dall’autorità consolare competente).
chi lo rilascia: Servizi Demografici

Ultimo aggiornamento

15 Ottobre 2020, 17:23