Corso Matteotti 6 - Telefono: 0823 711844 - fax:0823 711761
Posta Elettronica Certificata (PEC): airola@pec.cstsannio.it - C.F.:80000170623

Calendario Eventi

Ultimo mese Aprile 2017 Prossimo mese
D L M M G V S
week 13 1
week 14 2 3 4 5 6 7 8
week 15 9 10 11 12 13 14 15
week 16 16 17 18 19 20 21 22
week 17 23 24 25 26 27 28 29
week 18 30

Sondaggi

Ti piace il nuovo sito
 

informagiovani

logo1

  • airola nuove_8
  • airola nuove_3
 162 visitatori online

Meteo

statistiche

Bussola Della Trasparenza

Verifica in tempo reale sulla Bussola della Trasparenza
Turismo
Il nucleo antico di Airola si sviluppa intorno al Castello. Il Castello é posto a circa 380 metri sul livello del mare, occupa con le sue strutture la sommità della collina di Monteoliveto. E' raggiungibile per due strade carrabili che dal centro del paese portano una alla chiesa della Santissima Addolorata e l'altra sulla collina di Monteoliveto. Il Castello, pur avendo perduto molte delle sue strutture originarie, rimane suggestivo ed è collocato in una posizione incantevole. Alcuni teorizzano la sua esistenza già nel X secolo, come punto di fuga dei cittadini dagli assedi barbari. Al di là di questa ipotesi, è certo che esso si presenta come il monumento più antico di questa cittadina. Ospitò il conte Rainulfo, fiero avversario del re delle Due Sicilie, Ruggiero I. Airola è una cittadina tranquilla con gente cordiale ed accogliente, immersa nel verde, offre al visitatore un clima salubre. Alla fine del ' 700 venne elevata a rango di città regia dai Borboni, quale premio per aver ceduto le sorgenti del Fizzo, le cui acque, immesse nella condotta che passa per i maestosi Ponti della Valle di Maddaloni, opera del Vanvitelli, vanno ad alimentare le scenografiche cascate della Reggia di Caserta. Per popolazione é il tredicesimo comune della provincia di Benevento, ma é uno dei primi per bellezza di luogo, per fabbricati, per viabilitá, per eleganza di vita; ha rinomati locali che continuano la vecchia tradizione gastronomica e moderni impianti sportivi. E' ricca di edifici di notevole interesse storico e architettonico, che testimoniano un passato illustre, e di numerose chiese fra cui la più importante e di grande interesse, nel centro del paese, é la chiesa della SS. Annunziata, costruita nel 1562, alla quale nel XVIII secolo venne arricchita di un elegante campanile e di una splendida facciata su disegno del Vanvitelli, l'impronta del quale si nota anche negli ambienti interni, dove sono custoditi vari capolavori, e la sacrestia. All'interno sono ospitate un'Annunciazione di scuola napoletana del '600 e opere di Francesco de Mura del '700. Molte delle opere pittoriche della chiesa sono state trasferite, dopo il terremoto del 1980, nel Museo Civico. Di notevole interesse sono anche la Chiesa di San Carlo, la Chiesa di San Pasquale, il Monastero S. Maria Regina Coeli e, sul Colle di Monteoliveto, il Convento e la Chiesa di San Gabriele Arcangelo della metà del secolo XVII.